Finance

Iper e Super Ammortamento: i vantaggi economici

Ingranaggi colorati

Tra le azioni del Piano Nazionale Impresa 4.0, una di quelle più semplici da attivare, perché essenzialmente automatica, è quella che riguarda Iper e Super Ammortamento.
L’azione serve a stimolare gli investimenti, agevolando gli acquisti (ma anche il leasing), di beni materiali o immateriali nuovi, consentendo un consistente risparmio nel pagamento delle imposte durante l’ammortamento del bene, grazie a una supervalutazione della quota di ammortamento, per cui il costo ai fini fiscali del bene sarà pari al 250% del costo reale nel caso di iper ammortamento e al 130% del costo reale nel caso di super ammortamento.

In pratica, se il bene acquistato costa 100 Euro, quello che consentono rispettivamente iper e super ammortamento è considerare, quando si vanno a calcolare le imposte, come se quel bene costasse rispettivamente 250 Euro (iper ammortamento) o 130 Euro (super ammortamento).


Come sapere se si può usare la quota dell’iper o del super?

Dipende essenzialmente dal tipo di bene: se è correlato agli ambiti della cosiddetta Industria 4.0 si può usare l’iper ammortamento, altrimenti si usa il super. Ancora più nel dettaglio, per usare l’iper basta che il bene rientri come tipologia nelle categorie indicate nell’Allegato A o nell’allegato B della Legge di Bilancio 2017 (se l’investimento è superiore a 500.000 Euro, serve un Ingegnere che con una perizia certifichi che il bene rientra in quelle categorie).

Il calcolo delle imposte

Andando nel concreto, e prendendo come esempio l’iper ammortamento, come si quantifica il vantaggio monetario ottenibile?
Come sapete, quando acquistate un bene, nel calcolare le imposte il suo costo viene “spalmato” su più anni, per tenere in conto il fatto che quel macchinario inciderà sulla produzione per lungo tempo; questa “spalmatura” altro non è che l’ammortamento. Se il bene costa 500.000 Euro e le tabelle di ammortamento dicono che quello specifico bene va ammortizzato su 10 anni, questo significa che ogni anno si potranno dedurre 50.000 Euro.
In generale, e tagliando con l’accetta, l’imponibile è dato da:

Imponibile = Ricavi – Costi – Ammortamenti

e l’imposta da pagare sarà

Imposta = Aliquota x Imponibile

Un esempio

Nel nostro caso, senza iper ammortamento si avrebbe, ipotizzando che ci siano 1.000.000 di Ricavi e 800.000 Euro di costi:

Imponibile = 1.000.000 – 800.000 – 50.000 = 150.000 Euro

E l’imposta da pagare, ipotizzando un’aliquota del 24%, sarebbe:

Imposta = 150.000 x 24% = 36.000 Euro

Cosa succede se invece si applica l’iper ammortamento? Quello che succede è che il bene, che ci è costato 500.000 Euro, ai fini fiscali viene considerato come se ci fosse costato il 250%, ossia 2,5 volte in più: 1.250.000 Euro. Questo costo “gonfiato”, spalmato su 10 anni, determina le nuove quote di ammortamento, che saranno quindi di 125.000 Euro invece che di 50.000 Euro.

Il nuovo imponibile sarà dunque:

Imponibile = 1.000.000 – 800.000 – 125.000 = 75.000 Euro

Da cui l’imposta sarà:

Imposta = 75.000 x 24% = 18.000 Euro

Questo significa che ogni anno, per i 10 anni in cui si spalma l’investimento, si risparmieranno 36.000 – 18.000 = 18.000 Euro di imposte, con un vantaggio complessivo di 180.000 Euro.

Il super ammortamento funziona esattamente allo stesso modo, ma nel calcolare la supervalutazione del bene, ossia il suo valore “gonfiato”, si considererà il 130% invece del 250%.
Nel nostro caso, quindi, se il bene fosse rientrato nel super ammortamento invece che nell’iper, il costo da ammortizzare sarebbe stato: 500.000 x 1,3 = 650.000 Euro, per cui:

Imponibile = 1.000.000 – 800.000 – 65.000 = 135.000 Euro
Imposta = 135.000 x 24% = 32.400 Euro
Risparmio rispetto al caso senza super ammortamento = 36.000 – 32.400 Euro = 3.600 Euro/anno

La formula generale

Generalizzando, dato l’investimento e fissata l’aliquota d’imposta, la formula veloce per calcolare il risparmio economico cumulato dell’iper e super ammortamento è:

Risparmio = Aliquota d’imposta x Costo bene x (Supervalutazione% – 100%)

Nel caso dell’iperammortamento e con le ipotesi fatte sopra, sarà quindi:

Risparmio = 24% x 500.000 x (250% – 1) = 180.000 Euro

Photo by Digital Buggu from Pexels

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.